bio Maieutica - Tecniche olistiche, Aura Soma, Feng Shui e alimentazione macrobiotica
Vai alla Homepage
 
bioArgomenti
bioSalute
bioDiscipline
bioInfo
Io
Cosa faccio
Contatti
Partner
Il giardino dei libri
www.ilgiardinodeilibri.it
Macrolibrarsi
vai al sito macrolibrarsi
bioArgomenti>bioDiscipline>Mamma e bambino
Bambino

I primi dentini

Lo sviluppo dei denti, sia di quelli da latte (decidui) sia di quelli permanenti inizia nel pancione.
Verso la fine del secondo mese di gravidanza avviene la formazione di quattro lamine dentali, che si sviluppano nelle ossa della mascella e della mandibola. In ogni lamina si formano cinque sporgenze, da cui deriveranno i denti da latte che sono venti: dieci nell'arcata superiore e dieci in quella inferiore. Sono quelli destinati a cadere per poi essere sostituiti dai denti definitivi.
A partire dal quarto mese di gravidanza inizia la formazione di un'altra serie di abbozzi nella lamina dentale, che si completa nei primi mesi di vita del neonato, da cui avranno origine i 32 denti permanenti.
Il feto ricava dal sangue materno tutti i minerali indispensabili per la formazione dello smalto e della dentina, componenti necessari per lo sviluppo dei denti. I minerali necessari sono fondamentalmente il calcio, il fluoro e il fosforo.
Alla nascita il neonato presenta tutti i dentini all'interno della mandibola e della mascella, anche se non e' possibile vederli. La loro formazione si conclude con la calcificazione, cioe' con il deposito di calcio: si tratta di uno sviluppo molto lento, che si integra solo dopo l'emissione del dente stesso.
La nascita dei primi dentini non e' uguale in tutti i bimbi.
Normalmente i denti decidui cominciano a nascere verso il sesto mese di vita, ma e' un'indicazione di massima. In alcuni bimbi questo momento puo' essere anticipato di un paio di mesi in altri puo' ritardare di due o tre.
Di solito non cambia l'ordine con cui nascono i dentini. I primi sono i due incisivi mediali inferiori (tra i 6 e gli 8 mesi) seguiti, a intervalli piu' o meno regolari dagli altri secondo il seguente schema:

- incisivi centrali superiori: tra i 7 e i 9 mesi;
- incisivi laterali superiori: tra gli 8 e i 10 mesi;
- incisivi laterali inferiori: tra i 10 e i 12 mesi;
- primi molari inferiori e superiori: trai 12 e i 18 mesi;
- canini inferiori e superiori: tra i 18 e i 24 mesi;
- secondi molari: tra i 24 e i 30 mesi.

 
 
 
6-8 mesi
 
7-9 mesi
8-10 mesi
10-12 mesi
12-18 mesi
18-24 mesi
24-30 mesi

Non e' escluso che possa nascere prima l'incisivo superiore o che i molari possano spuntare prima degli incisivi inferiori.
Approssimativamente all'eta' di due anni la dentatura decidua e' completa, resta tale sino all'eta' di circa sei anni poi i dentini cominciano a cadere per lasciare il posto ai denti permanenti.

I disturbi che provocano
La nascita dei dentini non e' sempre connessa a manifestazioni dolorose, anche se, a volte puo' essere la causa d'alcuni disturbi. Il piu' consueto ed inevitabile e' l'infiammazione delle gengive, che diventano dure e dolenti. E' probabile che a questo problema se ne associno altri. Non e' il caso di allarmarsi perché i disturbi si risolveranno spontaneamente.

Gengive infiammate: e' il caratteristico segnale dell'inizio del processo della dentizione. Sotto la spinta del dente la gengiva si gonfia, si infiamma e fa male. Il bimbo istintivamente porta oggetti alla bocca mordendoli, nel tentativo di alleviare il dolore. Esistono degli appositi anelli, che dopo averli raffreddati nel freezer, possono essere dati al bambino il quale mordendoli esercita un benefico massaggio sulle gengive infiammate; oltretutto il freddo esercita un'azione anestetica che contribuisce ad alleviare il dolore.

La febbre: la nascita dei primi denti può provocare l'innalzamento della temperatura, che tende ad avere sbalzi improvvisi durante la giornata. Se è una lieve alterazione e non c'è da preoccuparsi, in quanto la temperatura si normalizza in breve tempo. Se invece, la febbre non diminuisce, occorre chiamare il pediatra, perché potrebbe essere l'indicazione di un disturbo non collegato con la crescita dei denti.

La diarrea: la diarrea è molto meno associata alla dentizione di quanto si possa pensare. Può succedere, che questo malessere colpisca il bimbo contemporaneamente alla nascita dei denti. Se la causa della diarrea è la nascita dei dentini, allora è un sintomo passeggero ed in questo caso dare spesso da bere al bimbo per reintegrare i liquidi persi. Inserire nell'alimentazione la crema di carote e di mela che hanno un effetto astringente. Nel caso in cui la diarrea perdura chiamare il pediatra, perché potrebbe trattarsi di un disturbo gastrointestinale.

L'agitazione: l'irritazione alle gengive, la diarrea o la febbre possono far diventare il bimbo nervoso. Ciò si può manifestare in diverse maniere: il bimbo può piangere, avere difficoltà di addormentarsi o svegliarsi di notte. Tutto questo termina con la crescita dei primi quattro molari. Sino ad allora il bimbo può continuare ad essere nervoso. Occorre avere pazienza e trattarlo teneramente.

Consigli per mamma e papà:
- fare al bimbo un lieve massaggio sulle gengive, che ha un effetto calmante sul dolore;
- sterilizzare sempre i gli appositi anelli refrigerati prima di darli al bimbo. Se non sono puliti possono essere causa di infezioni;
- lavare frequentemente le manine del bimbo, per evitare che portandole alla bocca possano trasmettere germi e causare infezioni;
- dargli, dal settimo mese, un pezzetto di pane da mordere evitando la mollica. E' un rimedio che risulta molto efficace ed ha un'azione, anestetizzante, simile a quella degli anelli refrigerati.


bioPositivo
bioGiorno
bioOroscopo
bioMeteo
bioVocabolario
bioForismi
bioTeca
bioPalestra
bioSmorfia
bioChef®
I mattoni
I componenti fondamentali per una sana alimentazione
Le ricette
bioFocus
Approfondimento
Anche i legumi hanno una storia
bioCuriosità
La leggenda del raviolo
Il Formaggio di fossa e...
Di che pianta sei...
Carote viola...
Parliamo di
Olio d'oliva
bioMenù
bioMenù: inverno
bioCollegamenti
Links
Controllo qualita'
Audiopsicofonologia

Informazioni

© Gli scritti e le immagini sono di proprietà di bioMaieutica ® (Marchio e logo registrati). E' fatto espresso divieto di utilizzo da parte di terzi.

Disclaimer


- P.IVA 01673140099-