bio Maieutica - Tecniche olistiche, Aura Soma, Feng Shui e alimentazione macrobiotica
Vai alla Homepage
 
bioArgomenti
bioSalute
bioDiscipline
bioInfo
Io
Cosa faccio
Contatti
Partner
Il giardino dei libri
www.ilgiardinodeilibri.it
Macrolibrarsi
vai al sito macrolibrarsi
bioArgomenti>bioDiscipline>Olistica>Riflessologia
 
Riflessologia
La riflessologia, a volte definita anche terapia di zona, e' usata come metodo atto a riportare l'organismo ad uno stato d'equilibrio.
Ogni malattia e' la manifestazione di un'alterazione verificatasi in qualche punto dei complessi meccanismi somatici.
Il corpo e' un'entita' composita, ogni parte della quale deve essere in armonia con le altre affinché l'organismo sia in buona salute.
Lo studio del massaggio riflessologico praticato sui piedi e' oggetto di vasto interesse, oggi che la medicina alternativa richiama l'attenzione del grosso pubblico.
L'origine del metodo riflessologico e' oscura. Si vuole sia giunto in Occidente dalla Cina, e puo' darsi che abbia convissuto a fianco a fianco con l'agopuntura. D'altra parte, e' noto che era usato dagli indigeni del Kenya oltre che da alcune tribu' d'indiani d'America.
le dieci zone della
riflessologia
All'inizio del nostro secolo fu battezzata "terapia di zona" da un certo dottor Fitzgerald, medico americano che se ne serviva come di una forma d'anestesia atta a rendere insensibile al dolore il paziente nel corso d'interventi chirurgici di piccola entita', oltre che per facilitare il parto. Altri pionieri in questo campo sono stati il dottor George Starr White, il dottor Bowers e i coniugi Riley; essi hanno tutti sviluppato metodi personali, con la conseguenza che la gamma delle variazioni e' cospicua. A diffondere presso il pubblico americano la conoscenza della riflessologia e' stata Eunice D. Ingham, la quale era stata addestrata al metodo dal dottor Jo Riley; Eunice Ingham ha percorso gli USA, organizzando seminari per chi desiderasse imparare a servirsi della terapia.
La tecnica da lei elaborata puo' essere senz'altro considerata la migliore in questo campo. I riflessi sui quali s'interviene costituiscono una serie chiara e sintetica e, se l'intervento e' eseguito in maniera adeguata, i risultati sono straordinari. Allo scopo ci si deve servire unicamente delle mani, intervenendo su quelle zone riflessogene che hanno sede nei piedi e che sono in connessione con tutte le parti del corpo. Nel caso che, sussistano turbe a carico di un organo, la corrispondente zona riflessogena del piede sara' molto sensibile alla pressione, che sara' accompagnata da una sensazione sgradevole la quale variera' a seconda della gravita' dello stato patologico; il successo del trattamento dipendera' dall'abilita' con cui e' eseguito. Il principio fondamentale e' quello di ridurre la tensione e di facilitare l'afflusso del sangue all'area interessata. La riflessologia stimola inoltre il flusso d'energia sottile, che cosi' rivitalizza l'intero organismo.
Usata da un terapeuta esperto, la riflessologia puo' rivelarsi un metodo diagnostico rapido e assai preciso, fornendo una valutazione accurata delle condizioni del paziente. Il terapeuta tiene conto non soltanto dei riflessi veri e propri, bensi' anche delle dieci zone che, d'ambo i lati della linea mediana, percorrono longitudinalmente il corpo. Le mani presentano le stesse zone riflessogene dei piedi, e ci si puo' servire di quelle qualora non sia possibile l'intervento su questi. Si deve anche tenere conto dell'esistenza di riflessi incrociati che uniscono spalla e anca, gomito e ginocchio, mani e piedi, assai utili in casi difficili.
Il lavoro del riflessologo e' un'esperienza affascinante. Capita che il paziente si presenti al terapeuta in condizioni di grave logoramento, ma sotto il. massaggio, a mano a mano che la tensione diminuisce, l'aspetto del paziente muta drasticamente, e in volto gli si dipingono i segni di un ritorno della vitalita'. Ovviamente, l'eta' e le condizioni della persona trattata influiscono sulla velocita' della guarigione, se la turbe e' di vecchia data, la sostituzione di cellule indebolite e malate sara' un processo lento e graduale.
Il massaggio riflessologico e' benefico per persone di tutte le eta', dal bambino molto piccolo all'individuo assai vecchio. Per il primo sara' sufficiente un lieve strofinamento della pianta del piede. I bambini d'eta' piu' avanzata richiedono, in ogni caso, un massaggio piu' leggero che non gli adulti. Nel caso che, si abbia a che fare con persone molto anziane e che presentino disturbi circolatori, il massaggio in questione comporta notevoli miglioramenti generali, come la scomparsa dell'acrocianosi, vale a dire del colorito bluastro delle estremita'. Chi si addestri alla riflessologia si trovera' ad avere nelle proprie mani uno strumento di pronto soccorso di cui servirsi, in caso di necessita', per il resto della propria vita.

bioPositivo
bioGiorno
bioOroscopo
bioMeteo
bioVocabolario
bioForismi
bioTeca
bioPalestra
bioSmorfia
bioChef®
I mattoni
I componenti fondamentali per una sana alimentazione
Le ricette
bioFocus
Approfondimento
Anche i legumi hanno una storia
bioCuriosità
La leggenda del raviolo
Il Formaggio di fossa e...
Di che pianta sei...
Carote viola...
Parliamo di
Olio d'oliva
bioMenù
bioMenù: inverno
bioCollegamenti
Links
Controllo qualita'
Audiopsicofonologia

Informazioni

© Gli scritti e le immagini sono di proprietà di bioMaieutica ® (Marchio e logo registrati). E' fatto espresso divieto di utilizzo da parte di terzi.

Disclaimer


- P.IVA 01673140099-