bio Maieutica - Tecniche olistiche, Aura Soma, Feng Shui e alimentazione macrobiotica
Vai alla Homepage
 
bioArgomenti
bioSalute
bioDiscipline
bioInfo
Io
Cosa faccio
Contatti
Partner
Il giardino dei libri
www.ilgiardinodeilibri.it
Macrolibrarsi
vai al sito macrolibrarsi
bioArgomenti>bioDiscipline>Mamma e bambino
 
Mamma
Rimedi naturali per disturbi piu' comuni in gravidanza

Evitare di assumere un rimedio naturale di propria iniziativa, ma rivolgersi sempre al medico.
L'attesa di un bimbo implica numerosi mutamenti nel corpo della futura madre e in alcuni casi possono manifestarsi disagi. Ecco come risolverli senza far uso di farmaci:

1) NAUSEA: durante i nove mesi i cambiamenti ormonali possono causare nausea e malesseri digestivi. Responsabile della nausea sarebbe, in particolare, la gonadotropina corionica umana o HCG, presente in notevole quantita' durante la gestazione.
Di solito la nausea appare nel primo trimestre. Qualche volta, pero', il disturbo perdura. In questo caso alcuni rimedi naturali possono alleviare il disturbo. Ecco i piu' validi:
l'agopuntura: si basa sui principi della medicina cinese e utilizza sottilissimi aghi, immessi in punti determinati del corpo, per restaurare il giusto funzionamento dell'organismo;
l'omeopatia: si basa sull'assunzione di piccole dosi di sostanze che provocano la stessa reazione del malessere da curare. Per la nausea esistono dei composti che contengono piu' rimedi mescolati insieme. Si possono assumere in forma di gocce, compresse o granuli;
la fitoterapia: si basa sull'uso delle erbe. Per eliminare la nausea e' efficace una combinazione di erbe dall'azione digestiva e calmante.

2) INSONNIA: Questo disturbo puo' accompagnare tutto il periodo della gravidanza e puo' avere diverse cause. In mancanza di problemi specifici la futura mamma puo' ricorrere all'omeopatia o alla fitoterapia:
composti omeopatici a base di chamomilla, coffea, escholtzia, ignatia, avena sativa, passiflora e valeriana.
Composti di erbe distensive come passiflora, camomilla, valeriana angelica, tiglio e biancospino. In commercio, sotto forma di compresse o gocce, si trova un mix gia' pronto.
Per favorire il sonno si puo' utilizzare tecniche rilassanti come:
la musicoterapia: un sistema di cura che si basa sull'ascolto dei suoni;
l'aromaterapia: che si serve dei profumi degli oli essenziali. Si puo' versare nella vasca da bagno 10 gocce d'olio essenziale di lavanda, di rosa o di bergamotto e fare un rilassante bagno serale.

3) L'ANEMIA: e' un disturbo generato dalla carenza di ferro nel sangue. Entro certi limiti, l'anemia e' naturale in gravidanza, perché l'aumento del volume del sangue della futura mamma rende necessario un maggiore apporto di questo minerale, che e' utilizzato dal feto per la produzione dei propri globuli rossi. Normalmente non si assumono integratori di ferro durante il primo trimestre di gravidanza, perché possono accrescere disturbi come nausea e stitichezza. E' opportuno inserire nella dieta alimenti che contengono il ferro, come il fegato, la carne, il tuorlo dell'uovo, le verdure a foglia verde, i legumi ed i cereali. Per potenziare l'assorbimento di questo minerale, bisognerebbe assumere contemporaneamente acido ascorbico (vitamina C) presente negli agrumi, nei pomodori, nei peperoni, nel crescione e nella rosa canina.

4) PERDITE BIANCHE: le perdite vaginali bianche o trasparenti sono un sintomo naturale in gravidanza e non richiedono cure. Possono indicare un'infezione se cambiano colore gialle, verdi o marroni e odore o causano pruriti o bruciori. Il ginecologo prescrive un tampone vaginale quando si sospetta un'infezione. Intanto la futura madre può attenuare il disagio usando uno dei rimedi naturali, costituito di calendula, propoli e hydrastis, sostanze calmanti e disinfettanti, sotto forma di ovuli vaginali, E' consigliabile usare biancheria intima di cotone che lasci traspirare e non usare detergenti aggressivi per l'igiene intima.

5) SMAGLIATURE: in gravidanza le smagliature possono comparire più facilmente su seno, addome e fianchi, cioè su quelle zone in cui la pelle è sottoposta, nei nove mesi, a maggior tensione. Si ritiene che la loro comparsa sia legata all'elasticità, degli strati più profondi della pelle, determinata dalla presenza di sostanze come elastina e collagene. Si può prevenire le smagliature usando quotidianamente prodotti specifici, come creme contenenti elastina, olio di mandorle dolci ed aggiungendo alcune gocce di olio essenziale di lavanda e neroli. Le applicazioni devono essere fatte costantemente.

6) MAL DI SCHIENA: il mal di schiena in gravidanza è legato sia ai cambiamenti ormonali e al peso del pancione, che obbliga la futura mamma a modificare la postura (spingendo fuori la pancia ed inarcando la schiena) per mantenere l'equilibrio. I rimedi naturali possono rivelarsi utili per alleviare questo disturbo. Ad esempio frequentare un corso d'acquagym (ci sono corsi su misura per gestanti) dove i movimenti in acqua favoriscono l'allungamento della colonna vertebrale e dove, per la diminuzione della gravità, l'ingombro del pancione non è un problema. Ottimo praticare stretching, yoga o tai qi, che può servire a rinforzare la muscolatura della schiena ed insegna a mantenere le posizioni posturali più corrette. Per alleviare il dolore alla colonna vertebrale si può ricorrere all'agopuntura, una tecnica della medicina cinese che usa sottilissimi aghi per stimolare l'organismo e riequilibrarlo.

7) PRURITO: alcune gestanti possono riscontrare un prurito generalizzato a partire da circa dal quarto mese ed è un disturbo che, a volte, può peggiorare di notte. In genere il ginecologo effettua una serie di controlli per escludere che il disturbo sia dovuto ad altre cause, come il diabete gestazionale, la colestasi intraepatica (un problema che rende difficile lo smaltimento della bile, prodotta dal fegato, e delle sostanze di scarto in essa contenute) o reazioni dovute a problemi immunitari. Se dal controllo non emergono problemi è possibile alleviare il prurito con rimedi naturali omeopatici, fitoterapici, a base d'erbe calmanti come la valeriana, la passiflora, la camomilla. Servono anche bagni serali, in acqua tiepida, in cui sciogliere un cucchiaio d'amido di riso o estratti di avena sativa, dalle proprietà lenitive. Dopo il bagno si può cospargere il corpo con il talco mentolato che ha proprietà rinfrescanti.
8) GONFIORI ALLE GAMBE: in gravidanza i malesseri che colpiscono le gambe possono avere diverse cause e spetta al medico verificarle. Durante i nove mesi sono frequenti problemi circolatori provocati dalla pressione dell'utero sui vasi sanguigni e su quelli del sistema linfatico, che raccoglie la linfa che scorre tra le cellule. Per prevenire è necessario evitare di rimanere a lungo in piedi. È importante usare calzature comode e calze elastiche apposite per gravidanza. Il medico può prescrivere preparati omeopatici a base di hamamelis, castanea vesca e castanea sativa, che agendo sul sistema linfatico, aiutano a ridurre i gonfiori, o fitoterapici, tonificanti per i vasi sanguigni, come centella asiatica, ippocastano, ruta etc.. Ottimi sono anche i massaggi come il linfodrenaggio, lo Shiatsu, il californiano, l'ayurvedico, il cinese, etc., che non agiscono solo a livello fisico ma anche sul piano psicologico, liberando la futura mamma dalle ansie che possono insorgere nei nove mesi.

CONTINUA…

 

bioPositivo
bioGiorno
bioOroscopo
bioMeteo
bioVocabolario
bioForismi
bioTeca
bioPalestra
bioSmorfia
bioChef®
I mattoni
I componenti fondamentali per una sana alimentazione
Le ricette
bioFocus
Approfondimento
Anche i legumi hanno una storia
bioCuriosità
La leggenda del raviolo
Il Formaggio di fossa e...
Di che pianta sei...
Carote viola...
Parliamo di
Olio d'oliva
bioMenù
bioMenù: inverno
bioCollegamenti
Links
Controllo qualita'
Audiopsicofonologia

Informazioni

© Gli scritti e le immagini sono di proprietà di bioMaieutica ® (Marchio e logo registrati). E' fatto espresso divieto di utilizzo da parte di terzi.

Disclaimer


- P.IVA 01673140099-